Archivi categoria: Sottrazione

Chi sei?

Chi sei tu? Che faccia hai? Sono anni che ti penso, che ti immagino ma non riesco a vederti. La prima volta eri una figura scura, il sole alle tue spalle non mi permise di vedere il tuo viso. Vidi … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri, Racconti, Resistenza, Sottrazione | Lascia un commento

Il sermone del giorno

Prendere in mano la propria vita. E’ una scelta difficile, forse impossibile. Eppure ci si può provare. Basta accettare le paure, quelle che ci bloccano ogni giorno. Accettarle è anch’essa una scelta. Significa comprendere che sono parte della vita, del … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri, Racconti, Recensioni, Sottrazione | Lascia un commento

Il senso del cicalino

Il silenzio è profondo. Il tocco delle mie dita sulla tastiera del laptop è ovattato. La luce banca della lampada a led è soffusa. Tutto lascia trasparire un non so che di delicato, soffuso, quasi gentile nei miei confronti. Dalla … Continua a leggere

Pubblicato in Racconti, Sottrazione | Lascia un commento

Leggere il silenzio

Sono le quattro del pomeriggio. Il sole sta già scendendo e una grigia penombra cala nella casa. Voglio leggere. Accendo le luci e inizio a camminare. Mi piace leggere camminando. Ho sempre fatto così, tranne quando ero bambino. In quegli … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri, Racconti, Resistenza, Sottrazione | Lascia un commento

Ma che volete?

Ha ragione Massimo Mantellini sul sito Post.it di oggi: questa storia della carta d’identità per aprire un profilo social è una solenne cazzata. Non varrebbe nemmeno la pena spenderci due parole. Perché è una cazzata? Semplice: basta un bot per … Continua a leggere

Pubblicato in Cloud e Web 2.0, Pensieri, Resistenza, Sottrazione | Lascia un commento

Ballerò per te

L’uomo varcò la grande porta di legno scuro. Si ritrovò in un largo corridoio illuminato da poche luci gialle. La prima cosa che lo colpì fu l’intenso odore di calce mescolato a quello della muffa. Alzò lo sguardo verso il … Continua a leggere

Pubblicato in Racconti, Resistenza, Sottrazione | Lascia un commento

La sabbia mobile

La rabbia è una sostanza fangosa, una sorta di sabbia mobile rampicante che inizia a diffondersi da un qualche punto sconosciuto al proprio interno, per poi diffondersi. Talvolta lo fa rapidamente, qualche altra volta lo fa lentamente. La rabbia è … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri, Racconti, Resistenza, Sottrazione | Lascia un commento

Un sermone da quattro soldi.

Ennesime elezioni. Ennesimo scivolamento verso un baratro nero e buio. Questa è oggi l’Italia. Un paese piombato in una penombra che nasconde la polvere, le ragnatele e i rifiuti ormai marci. Sono abituato a perdere. Perdo da sempre, da quando … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri, Racconti, Resistenza, Sottrazione | Lascia un commento

La Santa Pasqua

Giorgio camminava lungo il corridoio. Il passo era lento, il piede sinistro che si apriva verso l’esterno. Lui cercava di raddrizzarlo ma il ginocchio non rispondeva e una fitta di dolore lo costringeva a storcerlo di nuovo. Leggeva un libro … Continua a leggere

Pubblicato in Racconti, Resistenza, Sottrazione | Lascia un commento

Lo scrittore e l’ape operaia

Aveva adorato quell’appartamento. Al secondo piano, nulla sopra di lui, nulla intorno a lui. Solo il cielo bucato da qualche antenna che oscillava al vento e la canna fumaria di un camino, sormontata da una palla di metallo cromato che … Continua a leggere

Pubblicato in Racconti, Resistenza, Sottrazione | Lascia un commento