Archivi del mese: agosto 2015

L’inizio e la fine di una storia.

Il cicalino della sveglia suona. Un trillo leggero ma che, determinato, diventa rapidamente un trapano che penetra nella testa di Mario. Socchiude gli occhi, si lecca le labbra secche. Intorno è buio. Pensa per un attimo di aver sbagliato a … Continua a leggere

Pubblicato in Racconti, Sottrazione | Lascia un commento

Uomini senza donne

Murakami è un autore che divide nettamente i suoi lettori: o lo si ama, o lo si odia. Io lo amo follemente, perché, come mi capita spesso di scrivere, è uno dei pochi scrittori contemporanei che conosca in grado di … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri, Recensioni, Sottrazione | Lascia un commento

L’onda del mare e la mistica di “Grey”

L’impulso fu quello di scappare, di andare via da lì il più velocemente possibile. Si alzò dalla sediolina arancione, sforzando le braccia e le gambe. Si drizzò stirando la schiena con le mani come se dovesse lisciare una maglia stropicciata e iniziò … Continua a leggere

Pubblicato in Racconti | Lascia un commento

Il sentiero e il bastone

Il passo è lento lungo il sentiero. Le suole delle scarpe scricchiolano sui sassi, un passo dietro l’altro. Intorno l’aria è grigia, nel cielo le nuvole si sommano e si mescolano in un manto denso. Intorno è silenzio. Totale, assoluto. … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri, Racconti, Sottrazione | Lascia un commento

Il lago e il calore dei tasti

La qualità della scrittura può dipendere dallo strumento che si usa? Il vuoto di una pagina può essere alimentato da un vecchio portatile che scotta sotto le mani dopo pochi minuti di utilizzo? La polvere accumulata sui tasti, infilata negli … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri, Racconti, Sottrazione | 1 commento