Buona Pratica democratica n. 3

L’altro va riconosciuto come persona. Chi ha opinioni diverse non è un nemico. Nemmeno quando le opinioni sono radicalmente diverse. Chi le esprime ha delle motivazioni. Vanno ascoltate con attenzione e con rispetto. E smentite con il ragionamento. Il consenso va costruito, non imposto.

Questa voce è stata pubblicata in Racconti, Resistenza, Sottrazione. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *