Silenzio

Un sentiero che si inerpica sulle rocce, circondato da alberi centenari dai tronchi larghi e dalle foglie verdi. Il silenzio che prende la gola. Il vento che solletica l’erba e si arrotola lungo i rami muschiati. Il passo che graffia il pietrisco staccato dalle rocce grigie e rosa. Da lontano, mentre la salita diventa ripida, urla un torrente che scivola lungo i massi della gola. Ogni tanto un’ombra nera scatta da un albero e allarga le ali verso il cielo azzurro che lentamente scurisce verso la notte.

L’aria è fredda. Il passo si ferma. Il tempo è più lento. Casa è vicina.

Questa voce è stata pubblicata in Racconti, Sottrazione. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.