Il rumore e Maestro Shifu

Maestro Shifu è alla ricerca della pace interiore. Il rumore al di fuori di sè è terribile, un frastuono di clangori metallici che gli stritola i timpani. È un groviglio di graffi striduli, di scricchiolii di decibel, una matassa di strepiti che lo avvolge disperatamente. E lui non riesce a concentrarsi perché non sa come dipanarli, come separarli e identificarli. Non ne comprende la provenienza, la logica, non sa se sono riconducibili a dolore, a scontri, ad ansie, ad orgasmi, a risucchi di lingue avvolte, a carni lacerate da lame o da schegge di bombe.

Maestro Shifu non trova la pace.

Questa voce è stata pubblicata in Sottrazione. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *