Buon 2013

Auguro a tutti di liberarsi da ogni strumento.

Non perdete tempo a reinstallare i sistemi operativi sui vostri notebook.

Non state ore a riscrivere, o a fare un copia e incolla, pensieri altrui nei vostri profili su Facebook, Twitter, Instagram, Path sui vostri tablet o sui vostri smartphone.

Vi auguro di usarli intensamente per abbozzare e colorare i disegni che avete dimenticato da qualche parte, nei ricordi sepolti dalla polvere del tempo o nel vostro cuore.

Scrivete i vostri pensieri, il romanzo che avete in testa e che avete paura a tirare fuori dalle vostre dita.

Leggete tutto quello che è possibile. Non abbiate paura. Anche le cinquanta sfumature di ‘sta minchia vanno bene. Leggete!

Ma prima, molto prima, vi auguro di uscire dalle mura di casa, o dalle lamiere delle vostre auto.

Chiudete le vostre App.

Fate altro.

Spalancate le porte!

Vi auguro di andare a fare una passeggiata sulla scogliera che si affaccia sul mare in tempesta.

Vi auguro di inspirare la salsedine umida e profumata di alghe che il vento di gelida tramontana vi sbatte in faccia, così siete costretti ad accorgervene. Vi auguro di sentire il tuffo dei pesci volanti in riva al mare. Vi auguro di ascoltare lo stridio dei gabbiani che giocano con il vento o di osservare una poiana che spande e ali e vola verso la terra alla ricerca del suo compagno.

Vi auguro di andare in giro tra i boschi nelle montagne e di ascoltare il silenzio che assalirà le vostre orecchie ferite dal rumore della città.

Vi auguro di prendere per mano i vostri bambini, di abbracciarli e di far sentire loro che siete vivi e che siete lì con loro e per loro. Ascoltate la loro saggezza, smettetela di imporre il vostro stupido ordine. Perché un giorno ve lo rinfacceranno e, troppo tardi, capirete di aver sbagliato quasi tutto.

Vi auguro di smettere di rincorrere i pensieri, di lasciar andare il ritmo del respiro, di concentrarvi sul vuoto della vostra esistenza. Sorridendo.

Perchè ognuno di noi non è il centro del mondo. E’ solo un pezzo, anche molto piccolo, di una storia, di un’era, di un’epoca, di una vita.

Ma ogni movimento che facciamo, ogni azione che commettiamo, ogni parola che esprimiamo, cambiano il senso del vento, il volo di un passero, la direzione di un viandante.

Ognuno di noi è nulla ed è tutto. Perché ogni persona che incontriamo cambierà dopo averci incontrato. Comunque vada.

Ognuno di noi ha una responsabilità. Verso sé stessi e verso gli altri.

Non dimentichiamolo mai.

Ma facciamolo con leggerezza, con un altro sorriso sulle labbra.

Quello stesso sorriso che regaleremo al cielo color pesca del tramonto in cui il sole, lentamente, va a dormire dietro la linea blu del mare all’orizzonte.

Buon anno amici miei!

 

Questa voce è stata pubblicata in Pensieri, Sottrazione. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Buon 2013

  1. Daniela scrive:

    Un bellissimo augurio!!!!! Grazie e ricambio di cuore….

  2. admin scrive:

    Grazie a te Daniela. Buon anno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *