Il giorno che verrà

Come il piccolo fiore giallo
Allarga la crepa nel cemento
E gagliardo si offre al sole,
La tua voce calda e rasposa
Entra nelle ferite aperte
E semina un minuscolo germoglio.
Quando il sole tramonta
E la luce da gialla diviene viola
il tuo sorriso si apre al rosso.
Le sapienti mani levigano
Accarezzano, annaffiano, levano
Il cuore spaccato loro consolano.
Nell’arancio che da pesca è cobalto
Il verde germoglio amato e accudito
Si apre allegro al giorno che verrà.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.