Archivi del mese: settembre 2011

Niente scrittura. Ho bisogno di guardare. E di ascoltare.

Pubblicato in Pensieri, Sottrazione | Lascia un commento

In memoria dell’ombra del commissario Sensi…

Edoardo correva tre volte alla settimana. Indossava le sue scarpette bianche e blu con gli ammortizzatori a vista, un paio di pantaloncini al ginocchio grigi e una maglietta tecnica grigio perla. Lo stesso colore dei pantaloncini, perché lui era così: … Continua a leggere

Pubblicato in Racconti | Lascia un commento

L’ultima lettera

La stanza è immersa nella penombra. La finestra che si affaccia sulla piccola strada silenziosa è soffocata dalla tapparella abbassata per tre quarti. L’uomo è seduto su una vecchia sedia di pelle verde consumata sui bordi. Le sue braccia sono … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri, Racconti, Sottrazione | Lascia un commento

Senza dire una parola.

La giacca è verde. Un colore pastello che ricorda il sottobosco ricco di humus. La camicia è celeste e la trama della cravatta è verde come la giacca. Tocca a lui. Si alza. Per parlare in pubblico deve alzarsi. E’ … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri, Racconti, Sottrazione | 3 commenti

La sociologia dell’Obsoleto

Come si fa ad esprimere un vago senso di inadeguatezza? A cosa? Beh, a questo tempo, ai suoi gusti, alle sue scelte. A me piace il caffè; amaro. Entro in un qualsiasi bar e sento richieste di caffè con polvere … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri, Sottrazione | Lascia un commento

Luxor

http://www.youtube.com/watch?v=Fl8nO151Wcg

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento