Archivi del mese: maggio 2013

Il vuoto

Quando muore un amico, uno di quelli veri, con cui eri abituato a confrontarti, di cui ascoltavi il punto di vista, di cui conoscevi lo spessore del silenzio, non muore solo un corpo che si perderà nella nebbia del tempo. … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri, Sottrazione | Lascia un commento

L’uomo dal cappellino bianco

L’uomo era seduto sul bordo del marciapiede. La pietra era bianca, opaca, levigata dal caldo, dalla pioggia e dal vento che passava per la strada. Lo scirocco soffiava tiepido e quasi timoroso alla destra del suo volto. L’uomo aveva la … Continua a leggere

Pubblicato in Racconti, Sottrazione | Lascia un commento

La stella, la grappa e una formula

Il disco rigido del MacBook ronfa pigro sotto le mani che pestano sulla tastiera. La luce della lampada è giallo ocra e diffonde un’onda delicata di vapore rossastro che illumina una parte del legno scuro e spesso del tavolo. E’ … Continua a leggere

Pubblicato in Racconti, Sottrazione | Lascia un commento

Trans Europa Express

  Si può aggiungere la sesta stella alla valutazione finale di un libro? “Trans Europa Express” è in assoluto uno dei più libri più belli che abbia mai letto e, a parer mio, il più bello scritto da Rumiz. E’ … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni, Sottrazione | Lascia un commento

I rami e i bambini

Sono seduto sul balcone, scomodamente stravaccato di traverso su una vecchia sedia di plastica bianca. Più che altro un tempo era bianca. Ora è un paesaggio lunare con macchie di carbone nero piovuto dal cielo e mescolato all’antico biancore. La … Continua a leggere

Pubblicato in Racconti, Sottrazione | Lascia un commento